DIARIO DI BORDO: GIORNO 3 - SELEZIONE UNDER 15 IN GALLES

DIARIO DI BORDO: GIORNO 3 - SELEZIONE UNDER 15 IN GALLES

Cari lettori,

anche oggi abbiamo il piacere di narrarvi le vicende gallesi avvenute nel terzo giorno del nostro raduno.

 

La giornata è iniziata come al solito, con una alzata mattutina seguita da un'abbondante colazione, tipica britannica.

 

Per prima cosa l'avventura di stamane é cominciata con un allenamento di rifinimento per la partita di domani contro il Landaff, una delle più storiche squadre gallesi.

 

Il pranzo, il più apprezzato fino ad ora, é consistito in una bistecca con patatine, cipolle fritte e piselli come contorno. Nel pub dove abbiamo pranzato ci siamo anche dilettati in una partita di biliardo e degli scherzi con l'acqua. In seguito a questi divertenti svaghi abbiamo usufruito di un pullman comunale per arrivare, finalmente, al mitico, leggendario ed imponente Millenium Stadium.

 

Prima della visita, abbiamo avuto l'opportunità di acquistare differenti gadget ed indumenti della Federazione Gallese di Rugby.

 

Finito lo shopping e un breve filmato inerente la storia e la costruzione dello stadio é iniziata la vera e propria visita.

 

Per prima cosa la guida ci ha mostrato gli spogliatoi sia della nazionale di rugby che di calcio. Una cosa che ci ha colpito molto é stato un dipinto dell'immenso valore di 17.500.000 sterline; é stato molto emozionante ma la cosa più commovente é stato l'ingresso al campo e alle enormi tribune.

 

Dopo aver scattato bellissime e particolari fotografie abbiamo passeggiato per il centro di Cardiff cercando invano di conoscere varie ragazze.

 

La cena, a base di pollo piccante, è stata consumata fra canti e risa ripetute più e più volte anche durante il lunghissimo viaggio verso casa. Anche qui il nostro intento di conoscere ragazze é fallito miseramente.

 

La serata si è conclusa con la classica buonanotte.

 

Da questa giornata abbiamo notato come i gallesi, il sabato sera, se la spassino ingenuamente.

 

Cordiali saluti da Dodo e Bronz

 

 

Gallery: