LA FORMAZIONE DEL GIOVANE RUGBISTA

LA FORMAZIONE DEL GIOVANE RUGBISTA

GUARDA LE FOTO

IN ALLEGATO SOTTO IL FILE PDF CON LE SLIDE UTILIZZATE DURANTE IL CORSO

E' già accaduto in passato, è successo lunedì sera a Milano, la speranza...che è quasi una certezza...è che accada anche in futuro. Il corso di aggiornamento di di 1° livello svolto lunedì sera scorso a Milano in via Piranesi presso la sede del Comitato Regionale Lombardo dal titolo: "La Formazione del giovane rugbista" con relatori i tecnici Daniele Porrino e Pierosario Giuliano è stato un successo.

Si è registrato il tutto esaurito, un sold-out da 100 partecipanti presenti che hanno seguito il corso con interesse e soddisfazione introdotto e presentato dal Presidente del Comitato Regionale Lombardo Angelo Bresciani. Tra i presenti anche Francesco Gorietti, aiutante allenatore dell’under 20 dell’Asr Milano che già nella passata stagione sportiva aveva seguito tale corso: “L’anno scorso mi era servito per i crediti per arrivare al 1° livello, quest’anno l’ho seguito come aggiornamento e perché ho voluto approfondire la tematica – afferma Francesco – Porrino e Giuliano sono stati esaustivi come sempre. Più in generale posso affermare che personalmente mi è utile perché ancora una volta ho capito che spesso sono o meglio siamo noi allenatori troppo grossolani e superficiali ad esemopio nel valutare un infortunio di un ragazzo. Si pensa sempre sia un capriccio, una cosa da nulla, invece bisognerebbe mettere sempre la giusta attenzione”.

“Ma non è solo questo – continua Gorietti – è piacevole scoprire ed apprendere che i bambini tra gli 8 e i 13 anni che ci troviamo al campo sono un patrimonio da gestire al meglio. E' importante farli crescere sportivamente sani dandogli le giuste basi motorie. A quell’età sono delle spugne, tutto ciò che possiamo insegnare e correggere è fondamentale per la loro crescita, se lo ritroveranno come un tesoro negli anni successivi. A scuola fanno poco e niente come educazione fisica anche se non si può dare la colpa solo agli istituti scolastici. Spesso però vediamo bambini di 8 anni che non sanno fare neanche una capriola. E’ inaccettabile. Partendo da questa base almeno noi allenatori dobbiamo fare e dare molto di più. E questo corso serve proprio a questo”.

Francesco Gorietti è padre di Luca Gorietti, giocatore delle giovanili Asr Milano che dopo tutta la trafila nelle varie under delle Selezioni Regionali compresi ad esempio i lavori di Elite, da questa stagione è stato inserito nell’Accademia Zonale Fir di Parma: “E’ un primo risultato di quanto le Selezioni Regionali ed i tecnici hanno fatto in questi anni. A Parma si sta trovando molto bene, la mattina va a scuola, 3° liceo per lui – spiega un soddisfatto Gorietti – poi il pomeriggio dalle 16 alle 20 si allena tra campo o palestra a seconda dei giorni. E’ una esperienza che dovrebbe vivere ogni ragazzo, sta maturando molto in fretta e non parlo solo per il fattore rugby. Ha conosciuto nuovi amici, sta imparando a relazionarsi, sta aprendo la mente e imparando in fretta cosa vuol dire vivere fuori di casa. Il venerdì pomeriggio torna a Milano e fa in tempo ad allenarsi con il club. E’ felice e questa è la cosa più importante”.

 

Documenti allegati: