SELEZIONE U. 15 TRA MONDIALE U. 20 E TORNEO DI ADRIA

SELEZIONE U. 15 TRA MONDIALE U. 20 E TORNEO DI ADRIA

 

GUARDA LE FOTO

E’ terminata ieri la settimana di ‘full-rugby’ per i ragazzi della Selezione Regionale under 15 che hanno partecipato al ‘Torneo Civ – Città di Adria’. Rugby pratico e teorico, qualche allenamento, tre partite ufficiali, diversi momenti di relax e svago comunque formativi e necessari con ragazzi di soli 15 anni. Inoltre, e qui la vera ciliegina sulla torta, hanno potuto assistere alle partite dell’Italia under 20 impegnata tra Rovigo e Padova nella Junior Rugby World Cup contro Argentina e Tonga, così come assistere alla finalissima dello stesso mondiale.

Il Torneo contava otto squadre partecipanti: due selezioni francesi (Comitè du Languedoc e Comitè du Roussillonn) e cinque Comitati Regionali italiani (Sicilia, Emilia, Piemonte, Veneto, Centro Sud) oltre a quello Lombardo.

A tracciare un bilancio di tutta la settimana il Responsabile Tecnico delle Selezioni Lombarde Daniele Porrino che si è avvalso di due validi collaboratori quali il tecnico regionale Alessandro Geddo ed il preparatore atletico Matteo Artina: “Allenamenti intensi e tre partite, una ogni due giorni. Un lavoro intenso per dei ragazzi adolescenti. Una buona esperienza di vita ed anche di tecnica rugbistica poiché hanno giocato contro squadre di qualità e di livello tecnico elevato che non capita spesso di incontrare – ha spiegato Porrino -. Ho notato inoltre che l’andare a vedere la nazionale italiana under 20 ha fatto accrescere nei ragazzi quel senso di appartenenza, di attaccamento alla maglia, di coesione che solo esperienze di questo tipo possono dare. I ragazzi hanno potuto vedere il loro punto di arrivo, il vero e più alto traguardo del loro impegno in campo ed anche fuori del terreno di gioco. Il nostro lavoro di tecnici del Comitato ha il fine principale di formare i ragazzi per la Nazionale. E’ stata comunque una piacevole settimana, concepita anche come vacanza da tutto il gruppo, che ritengo sia solo una nota positiva. Vorrei ringraziare tutti quanti si sono adoperati per far sì che sia andato tutto per il meglio”.

Umberto ‘Umbi’ Vacchelli della Union Milano è stato il capitano della squadra di questo tour: “Una trasferta utile per il ‘team building’. Conoscerci meglio serve anche a giocare meglio. Essendo una Selezione veniamo da tante realtà differenti ed il conoscerci di più porta affiatamento e coesione. L’obiettivo credo sia stato raggiunto, i singoli che si mettono a disposizione per la squadra e fanno di tutto per migliorarla. Tre partite con due sconfitte contro i francesi che hanno dimostrato un gioco diverso, soprattutto una aggressività innata che ci ha messo in difficoltà, e contro l’Emilia ed un successo contro il Piemonte. Poco importa essere arrivati settimi su otto squadre, quel che conta era gettare le basi per fare una grande stagione l’anno prossimo. Certo vincere sarebbe stato meglio!”

Ancora Vacchelli ci tiene a sottolineare alcuni punti: “Una bella esperienza anche vedere il più alto livello mondiale giovanile con l’Italia in campo. Ragazzi che hanno solo 4 o 5 anni più di noi e che sono passati e hanno fatto ciò che abbiamo fatto noi. Importante”.

Ufficio Stampa Crl – cesare.monetti@rugbylombardia.com

TORNEO CIV DI ADRIA -  Squadre partecipanti

COMITE' DU LANGUEDOC

COMITE' DU ROUSSILLON

SICILIA

EMILIA

PIEMONTE

LOMBARDIA

CENTRO SUD

VENETO