SABATO 31 A CALVISANO LA FINALE DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA

SABATO 31 A CALVISANO LA FINALE DEL CAMPIONATO DI ECCELLENZA

Il conto alla rovescia verso la Finale che sabato sera assegnerà l’ottantaquattresimo titolo di Campione d’Italia FIR è iniziato questa mattina a Milano, dove la stagione era stata lanciata in settembre: Presidenti, tecnici e capitano di Cammi Calvisano e Vea-FemiCZ Rovigo, le due squadre che si contenderanno lo scudetto 2013/2014, si sono incontrati oggi nella sede milanese della RAI, l’emittente di Stato che, anche quest’anno, ha garantito la copertura in diretta del massimo campionato. Sabato sera alle 20.30 saranno le telecamere di Rai Sport 2 a puntare in diretta i propri occhi sul prato del Peroni Stadium “San Michele” di Calvisano, casa del Cammi che, chiusa in testa la regular season ed in serie positiva da venti incontri – una sola sconfitta, al secondo turno, contro il Mogliano campione uscente – ha strappato il diritto a giocare davanti al proprio pubblico la sfida che, nelle speranze dei gialloneri, potrebbe valere il quarto titolo nella storia del Club. L’ultimo, recente, è datato 2012. L’attesa della Vea-FemiCZ Rovigo e della grande famiglia rossoblù - seconda in stagione regolare dopo una campagna acquisti estiva che ha, tra gli altri, riportato in Italia Mirco Bergamasco – è di più lungo corso: era il 1990 quando i Bersaglieri riuscirono a cucirsi per l’ultima volta il tricolore sul petto.

A tenere a battesimo la sfida di sabato sera tra le due anime forti del movimento rugbistico nazionale – Calvisano per la Lombardia, Rovigo per il Veneto – è stato il Presidente federale Alfredo Gavazzi: “Faccio un grande in bocca al lupo alle due finaliste, che hanno entrambe meritato di raggiungere l’appuntamento di sabato prossimo a Calvisano, e voglio ringraziare la Rai per averci voluto accogliere presso la propria sede milanese per presentare questo ultimo appuntamento stagionale del massimo campionato. Per FIR è particolarmente importante poter lavorare in sintonia con i propri partner. Non posso che augurarmi di assistere ad una finale emozionante, all’insegna del buon rugby” ha dichiarato il massimo dirigente del rugby italiano.

L’impianto che ospiterà la Finale – ha aggiunto il Presidente – ha i requisiti necessari per accogliere questo evento: so che se ne è parlato molto, in questi giorni, ma il compito di FIR è quello di far rispettare le regole che sono state stabilite e, per l’Eccellenza, queste regole prevedono che si giochi in casa della finalista meglio classificata in stagione regolare” ha aggiunto Gavazzi.

I Presidenti  Zambelli e Vaccari, in rappresentanza dei rispettivi Club, si sono reciprocamente congratulati per aver raggiunto la Finale, augurandosi entrambi che la sfida di sabato possa premiare la squadra migliore del campionato e ringraziando a loro volta la RAI per la visibilità garantita al massimo campionato.

Poi, spazio a tecnici e capitani delle due squadre, con il derby tutto livornese tra il tecnico calvino Gianluca Guidi e quello dei rossoblù Andrea De Rossi, che divide la panchina con Filippo Frati, ex numero nove azzurro come lo stesso guidi: una serie di incroci che aggiungono pepe alla Finale di sabato: “Sappiamo che sarà una partita molto dura, contro una squadra perfettamente attrezzata come il Calvisano, che abbiamo fermato sul pareggio al San Michele all’andata ma che ci ha superato in casa nostra nella gara di ritorno” ha detto De Rossi.

Per me è stata un anno importante – ha detto Guidi – il mio primo sulla panchina di una squadra di Eccellenza. Voglio congratularmi con Filippo ed Andrea, questa stagione mi ha fatto capire quanto complesso sia vivere la quotidianità di un Club, gestire un gruppo quotidianamente e lavorare in vista di una Finale: loro ci riescono da tre anni di fila con due squadre diverse e questo non può essere un caso. Sono felice di giocarmi questo titolo contro due amici”.

Luke Mahoney, tallonatore neozelandese e capitano della Vea-FemiCZ Rovigo: “Calvisano è una squadra consistente, lo ha dimostrato con una ottima regular season. Noi approcciamo questa gara per riportare il titolo a Rovigo, dove manca da 24 anni, sapendo che non ci aspetta un compito facile. Il ricordo della finale persa in casa nel 2011 è ancora vivo, un motivo in più per provare a vincere sabato sera”.

Paul Griffen, capitano del Cammi Calvisano ed ex numero nove dell’Italia, sabato calcherà un campo da gioco per l’ultima volta in carriera, indipendentemente dal risultato: “E’ una settimana come tutte le altre, come ne ho vissute moltissime, anche se è l’ultima da giocatore. Lo spirito con cui approccio questa gara è lo stesso di sempre, mi sento ancora giovane dentro anche se, ormai, il corpo mi lancia segnali opposti…

Giovedì i tecnici annunceranno le formazioni per la Finale scudetto, poi non resterà che attendere sabato sera per il calcio d’inizio del match che assegnerà il titolo di Campione d’Italia.

Note statistiche

Così in stagione regolare

Cammi Calvisano: 20 giocate, 18 vinte, 1 pareggiata, 1 persa

Vea-FemICZ Rovigo: 20 giocate, 17 vinte, 1 pareggiata, 2 perse

Classifica stagione regolare: Cammi Calvisano punti 88; Vea-FemiCZ Rovigo 83; Marchiol Mogliano 63; Rugby Viadana 61; Petrarca Padova 60; Estra I Cavalieri Prato 51; Fiamme Oro Roma 43; IMA Lazio 33; M-Three San Donà 31; Rugby Reggio 16; UR Capitolina 5

Nota: Rugby Reggio ed UR Capitolina retrocesse in Serie A

Scontri diretti in stagione regolare

Cammi Calvisano v Vea-FemiCZ Rovigo 28-28

Vea-FemiCZ Rovigo v Cammi Calvisano 6-18

Così in semifinale (and/rit)

Rugby Viadana v Cammi Calvisano 19-30/65-14

Marchiol Mogliano v Vea-FemiCZ Rovigo 19-22/31-30

Classifica marcatori (stagione regolare)

Haimona (Cammi Calvisano) 218 punti; Benetti (Fiamme Oro) 211; Nathan (IMA Lazio) 175; Bergamasco (Vea-FemiCZ Rovigo) 162; Farolini (Rugby Reggio) 129; Browne (Estra I Cavalieri Prato) 125; Marcato (Petrarca Padova) 108; Basson (Vea-FemiCZ Rovigo) 96; Cornwell (Marchiol Mogliano) 84; Fenner (Rugby Viadana) 82; Steyn (Cammi Calvisano) 80; Menniti Ippolito (Petrarca Padova) e Ngawini (Vea-FemiCZ Rovigo) 75

 

Ticketing Finale 2013/2014

I biglietti per la Finale sono acquistabili presso la sede della Società ospitante Cammi Rugby Calvisano, presso gli impianti sportivi “San Michele” di Calvisano (BS). I prezzi dei biglietti sono i seguenti:

UOMO: 20 Euro

DONNA: 15 Euro

16-20 ANNI: 15 Euro

UNDER 16: gratuito

Sarà inoltre possibile acquistare i tagliandi, in una quantità massima di mille, presso la sede della Società Vea-FemiCZ Rugby Rovigo Delta in Via Alfieri, all’interno dello Stadio “Mario Battaglini” di Rovigo.