LA MAGLIA BIANCOROSSA...LA MAGLIA VERDE

LA MAGLIA BIANCOROSSA...LA MAGLIA VERDE

Riceviamo dal Rugby Rho...il Comitato Regionale Lombardo...ringrazia!

http://www.rugbyrho.it/index.php/news/dalla-societa/153-la-maglia-biancorossa-la-maglia-verde

Uno sente "selezione regionale" e pensa alla faccia oscura della luna, ai marziani, a qualcosa di ignoto e misterioso, al tempo stesso affascinante. Selezione regionale? Boh! Deve essere una figata! Questo, più o meno, il pensiero...

Poi, quando provi, e arrivi a vivere questa esperienza, la faccia oscura della luna si illumina... e appare un paesaggio bellissimo, come un manto perfetto su cui, inutile dirlo, giocare a rugby... Insomma, rimane "è una figata", senza il "boh".

Perché il "boh" l'hai capito ormai cosa vuol dire: vuol dire 3 o 4 allenamenti ogni settimana, tra selezione e club. Vuol dire organizzarsi con la scuola, con lo studio, perché la settimana è piena, e al sabato c'è la partita, e tempo da sprecare non ce n'è più, o molto meno.Vuol dire imparare a prendere i mezzi da soli, e attraversare Milano, al Saini, o al Giuriati, e ogni tanto arrivare fino a Rovato, per l'allenamento settimanale. Vuol dire che il turno che il campionato è fermo tu al sabato sera vai comunque a letto presto, perché quella domenica c'è il torneo con la selezione... Vuol dire trovarsi in un gruppo nuovo di amici, gente che per anni avevi identificato solo con il ruolo (il 10 del Cus, l'apertura dell'ASR, il flanker del Bergamo...), gente che pensavi si materializzasse su un campo da rugby giusto il tempo della partita, giusto il tempo di terrorizzarti un po' con la sua bravura, per poi smaterializzarsi sino al sabato successivo... e invece scopri che sono ragazzi come te, che quel n. 12 non era poi così antipatico come sembrava ,anzi, che è uno spasso, e che sei contento adesso di avere un nuovo compagno così...

Piccoli grandi sacrifici, certo, se hai 15 anni e la voglia di spaccare il mondo. Ma sono sacrifici che fai volentieri, perché sai che ti aspettano momenti magici, e campi perfetti, e persone in gambissima come allenatori, e tante cose nuove da imparare, e il mondo così ora lo puoi spaccare sul campo dell'ovale...

Da quasi un anno ormai sono cinque i ragazzi rhodensi che stanno vivendo questa meravigliosa esperienza. Quattro in under 15 (eh sì, nelle selezioni si va anno per anno!): Claudio Felline, Jacopo Pellegrinelli, Ghilli Prati e Giacobbe Ricco. E uno in under 16: Michael Pietroforte.

Ragazzi cresciuti nel club – beh, a parte Michael (che tra l'altro l'unico ad aver segnato, quando giocava col Parabiago, sua società di provenienza, una meta alla U16 del Rugby Rho: come dire, era destino che arrivasse poi al Molinello!!) e Ghilli, che viene dal Settimo Milanese.

Ragazzi che il Rho ha fatto crescere in questi anni e che ha condotto fino a questo importante traguardo. Ragazzi che possono così ora portare a Rho le nuove cose imparate in selezione, a beneficio di tutti i compagni, e in selezione quanto – tanto! – continuano a imparare sull'amato campo di via Trecate.

Ragazzi che domenica questa – la domenica in cui l'Italia del rugby è salita sul palco del mondo! – erano in campo, a Colorno, per il Festival delle Regioni, con indosso la maglia verde della Lombardia, e i calzettoni e i pantaloncini del Rho (sì, nelle selezioni la divisa è come per i Barbarians!) E, lo diciamo con un pizzico di orgoglio, ragazzi che in questi mesi non hanno sfigurato, anzi! E neppure ieri! Tre mete sulle cinque realizzate dai Lombardi contro i pari età di Liguria, Piemonte e Emilia Romagna portano infatti il graffio rhodense: 2 quello di Felline e 1 quello di Ricco! Ciliegina sulla torta: è ancora un rhodense, Pellegrinelli, quello cui è stata affidata domenica per tutto il festival l'onore della fascia di capitano dei "verdi"! Insomma, tanta roba!!

Roba di cui andiamo orgogliosi e di cui ringraziamo questi ragazzi e i loro allenatori, sia rhodensi che federali, e i loro compagni di squadra.

A tutti i nostri atleti diciamo così: impegnatevi, lavorate, perché solo così poi le soddisfazioni arrivano!! A breve ripartirà il giro selezioni con la nuova U14 (nati 1999) quindi... sotto ragazzi!!

Ah, per la cronaca di domenica, more info qui: SITO RUGBY COLORNO